Italiano:

Giulio Cavanna, nato a Genova da padre smirniota di origine piemontese e madre calabra, dopo aver vissuto per dodici anni a Genova, si stabilisce a Roma dove ancora oggi vive e opera. La sua «professionalità» è «schietta e non ambigua» (cfr. R. Marmiroli) ed «esercitata da una forte carica di mistero» (cfr. B. Bigi), è un'arte nuova e tradizionale (sottolinea Giuliana Govoni Bravetti). Proficuo e determinante il suo incontro con il critico d'arte e talent-scout Bertrando Bigi, il quale ha messo in evidenza il suo straordinario talento di autodidatta, cultura, metodo ed orientamenti, inserendolo autorevolmente in ludi pittorici nazionali ed esteri. Il suo percorso pittorico si è svolto durante gli anni presso le seguenti gallerie:
dal 1977 al 1988 nel Centro Arbore-Arte e Pensiero, Roma;
dal 1992 al 2012 nella galleria “Il Saggiatore”, Roma;
dal 2004 al 2012 nello studio “Il Coro dei Troni”, Genova.
Il primo periodo, figurativo (paesaggi e interni), è stato seguito dal critico d’arte Bertrando Bigi.
Il secondo periodo, astratto-geometrico (con composizioni euritmiche), è stato seguito dal critico Italo Evangelisti.
Il terzo periodo, astratto-polimaterico (con riferimento a tematiche esistenziali con uso di materiali tecnologici), è tutt’ora seguito dal critico e storico dell’arte Stefania Severi.

English:

Giulio Cavanna, born in Genoa from a Smirniot father of Piedmontese origin and a Calabrian mother, after having lived in Genoa for twelve years, settles in Rome where he still lives and works today. His "professionalism" is "frank and unambiguous" (see R. Marmiroli) and "exercised by a strong charge of mystery" (see B. Bigi), it is a new and traditional art (underlines Giuliana Govoni Bravetti) . His encounter with the art critic and talent-scout Bertrando Bigi, who highlighted his extraordinary self-taught talent, his culture, his method and his orientations, placing him authoritatively in national and foreign pictorial events, was particularly profitable and important. His pictorial path has taken place over the years in the following galleries:
from 1977 to 1988 in the “Centro Arbore-Arte e Pensiero, Rome;
from 1992 to 2012 in the gallery "Il Saggiatore", Rome;
from 2004 to 2012 in the study "Il Coro dei Troni", Genoa.
The first figurative period (landscapes and interiors) was followed by the art critic Bertrando Bigi.
The second period, abstract-geometric (with eurythmic compositions), by the critic Italo Evangelisti.
The third period, abstract-polymaterial (with reference to existential issues with the use of technological materials), is still followed by the art critic and historian Stefania Severi. 

Bibliografia / Bibliography:

■ "Profili d'Artista, dizionario degli artisti contemporanei a cura di Mario Napoli", Genova 2019 - in preparazione
■ Catalogo d'Arte Moderna e Contemporanea, Archivio Sartori Editore, Mantova 2019
■ Catalogo Arte Mondadori, n.54 2018
■ Catalogo Arte Mondadori, n.53 2017
■ Catalogo "Tre civette sul comò", Edilet 2017
■ "Giulio Cavanna, Evoluzione nel tempo temi e forme", Edilet 2016
“Giulio Cavanna - Dal linguaggio iconico al linguaggio aniconico”, Roma 2016 Casa Editrice Edilet
■ Catalogo Arte Mondadori, n 52 2016
■ “Giulio Cavanna - Metamorfosi dell’oggetto”, Roma 2015
Catalogo Arte Mondadori, n 51 2015
■ “Giulio Cavanna - Colore Forma Materia”, Roma 2013
■ “Giulio Cavanna - Figurazione e Astrazione”, Litografia Cellamare, L’Aquila 1994
■ Repertorio d'arte moderna, Antares, Catanzaro 1993
■ “Catalogo Arte 92 Padova”, Padova 1992
■ “Giulio Cavanna”, Editrice Fortuna, “Monografia di Giulio Cavanna”, Fano 1991
■ Monografia di Giulio Cavanna "Come nasce il furore iconolatra di Giulio Cavanna un pariniano giovine signore divenuto uomo cosciente per amore delle arti", Bertando Bigi, Roma 1979
■ "Arte italiana per il mondo (il mondo di Giulio Cavanna)",Casa editrice Celit, Torino 1978


In occasione delle mostre sono uscite inserzioni su varie testate: "La Repubblica", "L'Unità", "Il Tempo", "La Nazione", "Ore 12", "Paese Sera", "Eccomond Press", "Pronto? Qui Calabria", "Master Magazine, Repertorio d'Arte contemporanea", "Voce Romana", "Archivio", "Arte Mondadori", "" di Zetema Progetto Cultura.

Ed inoltre:
politicamentecorretto.com, arte.it, contaminarte.com, il giornale del lazio, iltempo.it, exibart,


Articoli su arte club il corriere delle madonie, il messaggero, cultura e costume, sipario, arte italiana per il mondo.

Intervista televisiva a Telespazio, trasmissione "Filo Diretto" di Tony Boemi, Catanzaro.

Commenti Radio Vaticana, trasmissione "Crocevia della Bellezza", Roma.